Roberto Cardoso Laynes

ho la creatività di un appuntalapis

Tag Archives for: disastro

Strategia della tensione

12 Gennaio 2015 by Roberto

Me lo chiedo tutte le volte e non ottengo mai riscontri o risposte che riesco ad accettare. Eppure siamo in tanti ad aver vissuto, in Italia e in parte in Germania, gli anni di piombo, la strategia della tensione. È semplice da mettere in atto, bastano poche azioni mirate, eclatanti e si perde il senno, si perde di vista l’insieme, la società.

Tutti i media adesso ci dicono che aumentano le misure di sicurezza, vogliono farci stare tranquilli.

Che senso ha, dico io, proteggere il duomo, la basilica, il ponte, quando basta uno armato di un AK47 dentro un centro commerciale? Dentro un autobus di linea nelle ore di punta? Ricordate Atocha? Sono eventi impossibili da controllare.

Dopo l’11 settembre non possiamo portare lo shampoo in aereo, dobbiamo levarci le scarpe e magari restare in mutande per volare ma non per prendere la metropolitana.

Dove vogliamo arrivare? Dove volete arrivare? Dove volete portarci?

Siamo già una massa di pecore chine su un prato che pensiamo fiorito. Almeno tenete gli steccati lontano in modo da farci sentire liberi per i giorni che ci restano.

E levatemi le mani di dosso!

Leave a comment | Categories: Fredda cronaca, Headline | Tags: , , ,

3, ti posso toccare un gomito?

17 Settembre 2014 by Roberto

Firenze 4 settembre 2014

Raccomandata AR anticipata via PEC H3G spa
Via Leonardo da Vinci 1
20090 – Trezzano sul Naviglio – MI

Oggetto: contestazione

sono l’intestatario dei due contratti con la vostra società facenti riferimento ai numeri ****693 e ****056.

In data 17 maggio 2014 vi ho inviato una PEC con preghiera di non rinnovare, alla naturale scadenza, il contratto del numero ****056.

In modo del tutto inopinato vi siete arrogati il diritto di provvedere alla chiusura del contratto del numero ****056 addebitandomi una cifra sulla carta di credito.

In data 28 luglio, dopo aver ricevuto l’addebito di cui sopra, vi ho inviato una nuova PEC diffidandovi e dandovi precise indicazioni di riattivazione fino alla scadenza del contratto del numero ****056 riaccreditandomi immediatamente l’importo del quale vi siete appropriati in modo palesemente indebito.

Oggi la mia banca mi informa di un nuovo addebito di 244 € effettuato dalla vostra società senza alcuna ulteriore specifica.

Avendo già spese troppo tempo per questa gestione causata da una vostra assoluta mancanza di capacità professionale nell’attenzione al cliente e soprattutto dalla incapacità di lettura dei documenti vi intimo di:
riattivare entro 5 giorni dalla ricezione della presente il contratto relativo al numero ****056
riaccreditare sulla mia carta di credito ogni importo da voi addebitato in modo improprio

In mancanza sarò costretto a dare mandato all’Avvocato XXXX XXXXXX con studio in Firenze di tutelare ogni mio diritto addebitandovi ogni ulteriore onere.

In allegato potete trovare le precedenti comunicazioni e le ricevute degli invii.

Roberto Cardoso Laynes

Aggiornamento del 17 Settembre 2014

Oggi è arrivata un’altra fattura di 245 e spiccioli euro. Ho scoperto che il cliente non può annullare l’addebito diretto in carta di credito tramite normali procedure. Una pec a Fineco potrà funzionare? Proviamo!
Intanto domani scrive l’avvocato!

Aggiornamento del 24 Settembre 2014
Ha chiamato uno del loro servizio clienti. Secondo loro sarei dovuto andare in un centro 3 a comprare una nuova schedina.
AAAHHH!

Leave a comment | Categories: Fredda cronaca, Tecnico, That's life my love | Tags: , , ,