il generale e il giudice.jpg
Ho una vera e propria passione per tutto quanto scrive Sepulveda, tanto da comprare libri dove la sua firma è solo in calce alla prefazione. Questo “Il generale e il Giudice” [Guanda] è una toccante, energica, dura e chissà quanto altro, raccolta di articoli scritti dopo l’incriminazione di Pinochet da parte del giudice Garzon.
Pezzi di vita vissuta direttamente che si mescolano con ideali, con i sogni. Si mescolano con le parole, quelle di Carlitos, quelle di Goyito, riprese e messe l’una accanto alle altre per ricordarci cosa siano stati fli anni delle dittature in Cile e in Argentina.
Perché non si deve dimenticare. Perché “non si dimentica, né si perdona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.