Riflessioni a margine di una partita di calcio

– Pisanù, fai una cosa: prendi il tuo decreto, stampalo su una bella pergamena, arrotolalo e poi usalo come tampone rettale. Non credo tu possa fare altro dopo quello che è successo oggi a Firenze.
– Ci sono diverse interpretazioni di quello che è chiamato “l’ordine pubblico”: una per i tifosi delle squadre della capitale e una per tutti gli altri.
– Lo spazio aereo sopra gli stadi, non è chiuso. E nessuno usa i bazooka per abbattere gli aerei che fanno propaganda elettorale (ma da dove sono partiti poi, visto che l’aeroporto dei puffi è chiuso?)
– La Fiesole (intesa come curva) sta andando sempre più verso destra: lo striscione sulla pena di morte è stato indecoroso per la città che, prima di tutte, l’ha abolita (30 novembre 1786).

Posted in Senza categoria

3 thoughts on “Riflessioni a margine di una partita di calcio

  1. “Euskadi ta Askatasuna (in spagnolo “País Vasco y Libertad”, Patria basca e Libertà), nota anche con l’acronimo di ETA, è una organizzazione terroristica creata all’inizio degli anni ’60 per sostenere il separatismo basco.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.